Gpsecurity Srl

Orari: tutti i giorni H24 chiamando al numero
Cell. +39. 329/4154408
Numero Verde 800 135 980

Via A Silvani n. 21 - 00139 - Roma
Tel. 06/89168132 - Fax. 06/89168251
e-mail: info@gpsecurity.eu
Global Program Security è stata fondata con il preciso obiettivo di operare nel settore della sicurezza ed ha maturato, nel corso degli anni, una specifica esperienza nell'elettronica applicata al campo della tutela ambientale.

Opera nel settore del controspionaggio e della difesa dei segreti industriali, quindi è in grado di soddisfare con estrema professionalità ogni tipo di richiesta legata alla sicurezza attiva o passiva.

Coloro che ricercano questo servizio probabilmente hanno la necessità di un consulente per la sicurezza elettronica. Per offrire questo servizio non è sufficiente conoscere solo gli aspetti tecnici o informatici, ma è necessaria la conoscenza completa di normative, leggi, procedure, pareri, accorgimenti, strumenti ed esperienze che orbitano in questo particolarissimo settore.
Piazza una microspia GSM per spiare i parenti, denunciato imprenditore di Terni
Voleva evidentemente ascoltare le conversazioni private di alcuni famigliari e così piazza una microspia GSM in una stanza comune della propria abitazione. Un parente rinviene il dispositivo, lo porta alla polizia postale di Terni che dal traffico telefonico della SIM risale all’imprenditore. Fine della carriera di un improvvisato spione, denunciato per Interferenze illecite nella vita privata, rischia ora da sei mesi a quattro anni di carcere.
Qui la notizia riportata da Umbria24..
Questo genere di dispositivi spia fai-da-te sono facilmente reperibili in commercio, economici e facili da usare. In Italia è esplosa una vera epidemia: Italiani popolo di poeti, santi, navigatori e.. spioni!?
Ma è bene ricordare che:
Art. 615-bis.
Interferenze illecite nella vita privata.
Chiunque mediante l’uso di strumenti di ripresa visiva o sonora, si procura indebitamente notizie o immagini attinenti alla vita privata svolgentesi nei luoghi indicati nell’articolo 614 (domicilio/ privata dimora – ndr), è punito con la reclusione da sei mesi a quattro anni.
Alla stessa pena soggiace, salvo che il fatto costituisca più grave reato, chi rivela o diffonde, mediante qualsiasi mezzo di informazione al pubblico, le notizie o le immagini ottenute nei modi indicati nella prima parte di questo articolo.
I delitti sono punibili a querela della persona offesa; tuttavia si procede d’ufficio e la pena è della reclusione da uno a cinque anni se il fatto è commesso da un pubblico ufficiale o da un incaricato di un pubblico servizio, con abuso dei poteri o con violazione dei doveri inerenti alla funzione o servizio, o da chi esercita anche abusivamente la professione di investigatore privato.
Di seguito, un esempio di capo di imputazione relativo al 615-bis
Del delitto previsto e punito dall’articolo 615-bis c.p. perché, installando un’apparecchiatura elettronica contenente un microchip all’interno dell’appartamento situato in………….., via………………., mediante l’uso di tale strumento di captazione di voci e di suoni si procurava indebitamente delle notizie relative al coniuge separato…………., attinenti alla sua vita privata e di relazione.
Tutti i diritti sono riservati ©Copyright 2013 - Gpsecurity S.r.l. © - P. IVA 13086131003
Design by NumawebPowered by GiapCMS