Gpsecurity Srl

Orari: tutti i giorni H24 chiamando al numero
Cell. +39. 329/4154408
Numero Verde 800 135 980

Via A Silvani n. 21 - 00139 - Roma
Tel. 06/89168132 - Fax. 06/89168251
e-mail: info@gpsecurity.eu
Global Program Security è stata fondata con il preciso obiettivo di operare nel settore della sicurezza ed ha maturato, nel corso degli anni, una specifica esperienza nell'elettronica applicata al campo della tutela ambientale.

Opera nel settore del controspionaggio e della difesa dei segreti industriali, quindi è in grado di soddisfare con estrema professionalità ogni tipo di richiesta legata alla sicurezza attiva o passiva.

Coloro che ricercano questo servizio probabilmente hanno la necessità di un consulente per la sicurezza elettronica. Per offrire questo servizio non è sufficiente conoscere solo gli aspetti tecnici o informatici, ma è necessaria la conoscenza completa di normative, leggi, procedure, pareri, accorgimenti, strumenti ed esperienze che orbitano in questo particolarissimo settore.
Le microspie ambientali
Una microspia ambientale è una microspia che non appoggiandosi a nessuna struttura ramificata e consolidata è soggetta agli ostacoli ambientali ed è limitata dal raggio di azione, altrimenti noto come "portata". La potenza della trasmissione radio di una microspia è spesso molto debole in quanto una delle necessità prioritarie è quella di consumare meno corrente o batteria possibile per massimizzare la durata e la resa della pila (la cosa cambia per alimentazione a rete 220 v). Per questo motivo il raggio di azione di una microspia è spesso contenuto indicativamente 100-200 metri in ambito urbano e oltre 800 metri in assenza di ostacoli significativi fra trasmettitore e ricevitore. Esistono microspie ricavate da apparecchi radio commerciali, che sono in grado di irradiare piu' potenza, ma per il loro funzionamento richiedono molta energia. Pertanto le dimensioni totali non saranno piu' microscopiche, inoltre l'autonomia totale sara' limitata a qualche ora (la cosa cambia per alimentazione a rete 220 v). La portata puo' essere aumentata, ricorrendo ad antenne direttive. In pratica, si collega al ricevitore, un antenna ad altro guadagno, puntata verso la zona dove è attivo il trasmettitore. In base alla tipologia di antenna utilizzata, si riesce ad aumentare notevolmente la portata.
Testo pubblicato il 14/02/11 da Daniela Longino
Tutti i diritti sono riservati ©Copyright 2013 - Gpsecurity S.r.l. © - P. IVA 13086131003
Design by NumawebPowered by GiapCMS